s
   Stampa   E-Mail
s
s
 
s
s
s s s
s
s s s
s
s
s
s
Scarica la brochure

Unione EuropeaQCS

Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

Valid HTML 4.01!

Valid CSS!

s
s s s
s
s s s
s
s s s
s
s s s
s
Programma > Attivitą > Controlli
s
s

Le attivitą di controllo vengono svolte sia in concomitanza con la gestione (in quanto parte integrante di essa) che in momenti successivi, anche per verificare l'efficacia e l'affidabilitą dei sistemi di gestione e controllo utilizzati.

Il complesso delle norme regolamentari in materia (Reg. (CE) 438/01) individua tre principali funzioni:

  • l'attivitą di gestione e controllo (controllo di I livello);
  • l'attivitą di pagamento;
  • la verifica dell'efficacia del sistema di gestione e controllo (controllo di II livello).

Per quanto riguarda l'attivitą di controllo ordinario, nel Complemento di Programmazione sono stati individuati gli uffici responsabili a livello di Misura dell'espletamento di tali funzioni e la metodologia adottata nel rispetto delle indicazioni fornite dalle "Linee - guida per l'organizzazione dei sistemi di gestione e controllo e la predisposizione delle piste di controllo" elaborate dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

I controlli di secondo livello, da effettuarsi su un campione rappresentativo di operazioni cofinanziate, corrispondente almeno al 5% delle spesa totale ammissibile, sono rivolti alla verifica dei seguenti aspetti:

a) concreta applicazione ed efficacia dei sistemi di gestione e controllo;

b) relativa concordanza, per un adeguato numero di registrazioni contabili, con i pertinenti documenti giustificativi, detenuti dagli organismi intermedi, dai beneficiari finali e dagli organismi o imprese che eseguono le operazioni;

c) esistenza di un'adeguata pista di controllo;

d) conformitą della natura e dei relativi tempi di esecuzione alle disposizioni comunitarie, al capitolato approvato per l'operazione e ai lavori effettivamente eseguiti per un adeguato numero di voci di spesa;

e) conformitą della destinazione o della prevista destinazione dell'operazione a quella indicata nella richiesta di finanziamento comunitario;

f) rispetto dei limiti di cui all'art. 29 del Reg. CE 1260/99 (e di ogni altro limite imposto dalle disposizioni comunitarie applicabili ai contributi finanziari della Comunitą, che dovranno essere corrisposti ai beneficiari finali senza decurtazioni o ritardi ingiustificati;

g) effettiva disponibilitą del pertinente cofinanziamento nazionale;

h) conformitą delle operazioni cofinanziate alle norme e alle politiche comunitarie, ai sensi dell'articolo 12 del Reg. CE 1260/99.

Assistenza alla struttura incaricata dei controlli di II livello

s
s s s
s
s s s
MINISTERO DELLE INFRASTUTTURE - 2018
PIANO DI COMUNICAZIONE COFINANZIATO DALL’UNIONE EUROPEA